Personale docente

Carlo Riccardo Rossi

Professore ordinario

MED/18

Indirizzo: VIA GIUSTINIANI, 2 - PADOVA . . .

Telefono: 0498212070

Fax: 049 8215767

E-mail: carlor.rossi@unipd.it

  • Il Lunedi' dalle 12:30 alle 13:30
    presso Studio prof. Carlo Riccardo Rossi - IOV, via Gattamelata 64 (Piano rialzato - seguire indicazioni per Centro Melanoma)

Carlo Riccardo Rossi, nato a Rosolina (RO) il 5.3.1950, ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso I’Università di Padova nel 1975. Dal 2011 è in ruolo presso L'Università di Padova come Professore di I fascia. Dal 1981 ha prestato servizio presso I’Istituto di Clinica Chirurgica II nella medesima Università. Dal 2009 è Responsabile dell'U.O. Melanoma e Sarcomi dei Tessuti Molli presso lo IOV.
Dal 1982 ad oggi ha frequentato i seguenti Istituti stranieri: Hopital Universitaire De Baviere (Liegi); Royal Marsden Hospital e Chester Beatty Laboratories (Londra); J. Wayne Clinic (UCLA-Los
Angeles); MD Anderson Cancer Center (Houston); Memorial Sloan Kettering Cancer Center (New
York); National Cancer Institute (Bethesda). La sua attività chirurgica si svolge nell’ambito della Chirurgia Oncologica con interesse prevalentemente oncologico. Ha al suo attivo circa 4000 interventi chirurgici. Ha dato alle stampe 153 pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali ed internazionali censite dall'ISI, con un I.F. totale di 506.808. Fa parte dell'Editorial Board della rivista Melanoma Research e svolge attività di Revisore per numerose riviste scientifiche.
Gli argomenti di ricerca cui si è dedicato e quelli che attualmente sta conducendo sono: dosaggio
radioimmunologico di markers in pazienti con neoplasia e condizioni precancerose del tratto
gastrointestinale; studio sperimentale sulla diffusione della Ricina nei tessuti molli e nel rene di ratto con tumore secondo diverse modalità di somministrazione; ricerca di nuovi parametri (istoprognostici e molecolari) ai fini della valutazione prognostica dei pazienti affetti da melanoma e sarcomi dei tessuti molli; ottimizzazione dell'indicazione chirurgica nel melanoma cutaneo, con particolare riferimento alla biopsia del linfonodo sentinella; ricerca di nuovi parametri predittivi della risposta all'immunoterapia e trattamenti locoregionali; studi clinici controllati sull’utilizzazione della perfusione antiblasticoipertermica di arto e di peritoneo nei pazienti con tumori avanzati degli arti e della cavità addominale. E’ stato ed è titolare di fondi di ricerca universitaria (ex-60%) e di Ateneo, CNR, Regione Veneto (Ricerca Finalizzata), privati e della Comunità Europea per la Rete di Eccellenza (CONnective TIssue CAncer NETwork).
Dal 1989 partecipa attivamente ai gruppi di studio sul melanoma e sui sarcomi delle parti molli e
dell’osso dell’Organizzazione Europea per la Ricerca sulla Terapia del Cancro (EORTC). Dal 1991 è
membro attivo del “WHO melanoma programme” della Organizzazione Mondiale della Sanità; dal 2001
è fellow della International Union Against Cancer e membro della Society of Surgical Oncology. Dal
1995 è membro della Società Italiana di Chirurgia. E’ socio fondatore ed attualmente vice-presidente
della SITILO. E' socio fondatore e Presidente Eletto dell'Italian Melanoma Intergroup.

Download Curriculum_Rossi.pdf

R. STRAMARE, G. SCATTOLIN, V. BELTRAME, M. GERARDI, M. SOMMAVILLA, C. GATTO, P. MOSCA, L. RUBALTELLI, CR ROSSI, C. SACCAVINI.
Structured reporting using a shared indexed multilingual radiology lexicon. Int J Comput Assist Radiol Surg. 2012 Jul;7(4):621-33. IF: 1.481

LG. CAMPANA, S. VALPIONE,C. FALCI, S. MOCELLIN, M. BASSO, L. CORTI, N. BALESTRIERI, A. MARCHET, CR. ROSSI.
The activity and safety of electrochemotherapy in persistent chest wall recurrence from breast cancer after mastectomy: a phase-II study. Breast Cancer Res Treat. 2012 Aug;134(3):1169-78.IF: 4.431

AP. VAN DER PLOEG, AC. VAN AKKOOI, P. RUTKOWSKI, M. COOK, OE. NIEWEG, CR. ROSSI, A. TESTORI, S. SUCIU, C. VERHOEF, AM. EGGERMONT; for the European Organization for Research and Treatment of Cancer Melanoma Group.
Prognosis in patients with sentinel node-positive melanoma without immediate completion lymph node dissection. Brit J Surg. 2012 Oct;99(10):1396-1405. IF: 4.606

AP. VAN DER PLOEG, AC. VAN AKKOOI, P. RUTKOWSKI, M. COOK, OE. NIEWEG, C.R. ROSSI, A. TESTORI, S. SUCIU, C. VERHOEF, AM. EGGERMONT European Organization for Research and Treatment of Cancer Melanoma Group. Prognosis in patients with sentinel node-positive melanoma without immediate completion lymph node dissection. Br J Surg. 2012 Oct;99(10):1396-405. doi: 10.1002/bjs.8878. IF: 4.606

D. MIKLAVČIČ, G. SERŠA, E. BRECELJ, J. GEHL, D. SODEN, G. BIANCHI, P. RUGGIERI, C.R. ROSSI, LG. CAMPANA, T. JARM
Electrochemotherapy: technological advancements for efficient electroporation-based treatment of internal tumors. Med Biol Eng Comput. 2012 Dec;50(12):1213-25. doi: 10.1007/s11517-012-0991-8. IF: 1.878

A. VECCHIATO, S. PASQUALI, C. MENIN, MC. MONTESCO, M. ALAIBAC, S.MOCELLIN, LG. CAMPANA, D. NITTI, C.R. ROSSI
Histopathological characteristics of subsequent melanomas in patients with multiple primary melanomas. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2012 Dec 6. doi: 10.1111/jdv.12055. [Epub ahead of print] IF: 2.980

A.TESTORI, V. CHIARION-SILENI, I. STANGANELLI, C.R. ROSSI, F. DI FILIPPO, R. RIDOLFI, G. PARMIANI, S. GANDINI, J. SOTELDO
Follow-Up of Melanoma: A Survey of Italian Hospitals. Dermatology 2013;226(suppl 1):32–38, DOI: 10.1159/000348874. IF: 2.053

A.TESTORI, V. CHIARION-SILENI, I. STANGANELLI, C.R. ROSSI, F. DI FILIPPO, R. RIDOLFI, G. PARMIANI, S. GANDINI, J. SOTELDO
Surgical Treatment of Melanoma: A Survey of Italian Hospitals. Dermatology 2013;226(suppl 1):28–31, DOI: 10.1159/000348873. IF: 2.053

M. RASTRELLI, M. ALAIBAC, R. STRAMARE, V. CHIARION-SILENI , MC. MONTESCO, A. VECCHIATO, LG. CAMPANA, CR. ROSSI.
Melanoma m (zero): diagnosis and therapy. ISRN Dermatol. 2013 Apr 11;2013:616170. doi: 10.1155/2013/616170. Print 2013.

C. MENEGHELLO, B. OUSGHIR, M. RASTRELLI, L. ANESI, A. SOMMARIVA, MC. MONTESCO, CR. ROSSI, U. HLADNIK, D. SEGAT
Nuclear GSK-3β segregation in desmoid-type fibromatosis. Histopathology. 2013 Jun;62(7):1098-108. doi: 10.1111/his.12133. Epub 2013 Apr 24. IF: 3.082

CR. ROSSI, A. VECCHIATO, G. MASTRANGELO, MC. MONTESCO, F. RUSSANO, S. MOCELLIN, S. PASQUALI, G. SCARZELLO,U. BASSO, A. FRASSON, P. PILATI, D. NITTI, A. LURKIN, I. RAY-COQUARD
Adherence to treatment guidelines for primary sarcomas affects patient survival: a side study of the European CONnective TIssue CAncer NETwork (CONTICANET). Ann Oncol. 2013 Jun;24(6):1685-91. doi: 10.1093/annonc/mdt031. Epub 2013 Feb 27. IF: 6.425

Download Pubblicazioni_Rossi.pdf

MEDICINA ONCOLOGICA PERSONALIZZATA E TERAPIE INNOVATIVE

La medicina oncologica personalizzata prevede tre momenti fondamentali:
- Diagnostica oncologica di precisione (precision oncology) che ha l’obiettivo di caratterizzare la neoplasia ed individuare i fattori biomolecolari del tumore in grado di predire la prognosi e la risposta alle terapie, con l’utilizzo delle più moderne metodiche di diagnostica molecolare
- La personalizzazione del trattamento oncologico basato sulle caratteristiche di genere, di età, di comorbidità, di farmacogenomica e del profilo psicologico del singolo paziente.

L’attività di ricerca comprende:
- Disegno di studi clinici con trattamenti innovativi sulla base di studi condotti su modelli preclinici.
- Raccolta dei campioni biologici e “biobanking”
- Applicazione di tecniche di diagnostica molecolare avanzata
- Creazione di database di dati biologici e clinici e applicazione di tecniche statistiche
- Disegno di studi clinici sulla base di caratterizzazione biomolecolare e che includano anche obiettivi di ricerca traslazionale e “Patient Reported Outcomes”.

APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE ALLA MALATTIA ONCOLOGICA AVANZATA

Nonostante i progressi, la maggior parte dei pazienti con diagnosi di tumore muore per malattia metastatica. Esiste un oggettivo ritardo nel trasferimento nella pratica clinica dei progressi e delle conoscenze dovuto principalmente a due fattori:
- La caratterizzazione biologica delle neoplasie viene fatta quasi esclusivamente su tumori primitivi, mentre invece sono poco conosciuti i fattori prognostici e predittivi della malattia metastatica
- A fronte di grandi progressi delle terapie locoregionali e della diagnostica con “imaging” avanzato, mancano studi prospettici che valutino l’integrazione secondo un approccio multimodale.
Inoltre, considerando il processo di cronicizzazione di molte patologie oncologiche, acquisisce sempre maggior rilevanza lo studio sistematico della qualità della vita mediante la valutazione multidimensionale.

Pertanto, l’attività di ricerca si basa su:
- Biobanking di tessuto metastatico e/o cellule tumorali circolanti
- Caratterizzazione molecolare di tessuto metastatico e/o cellule tumorali circolanti
- Disegno di studi clinici prospettici basati sul trattamento multidisciplinare integrato delle malattie oncologiche avanzate
- Valutazione muldimensionale della qualità della vita di pazienti sottoposti a trattamenti multimodali integrati.

In relazione alle aree di ricerca.